La passione per la viticoltura della famiglia Travini ha origini lontane. Il bisnonno e omonimo dell’attuale proprietario della Tenuta Colombarola, Vittorio Travini, già vi si dedicava alla fine dell’Ottocento, nei vigneti in prossimità della Torre Gandini, di proprietà della famiglia per diversi anni.
La Torre, di epoca medievale, già appartenuta ai Malvicini-Fontana e, nel XVIII secolo agli Azzara, è un tipico esempio di rocca inespugnabile e, per le pochissime trasformazioni subite, un prototipo dalle chiare funzioni militari, a difesa dei “tesori” delle colline circostanti. È con lo stesso immutato spirito degli avi che la famiglia Travini gestisce la Tenuta Colombarola.
La dedizione e la cura con cui vengono seguite tutte le fasi del processo produttivo, con l’utilizzo della tecnologia più avanzata, nel rispetto delle più antiche tradizioni, consentono di ottenere i vini della Tenuta Colombarola, di elevata qualità.